Il quaderno dei conti: come tener traccia delle tue finanze

|

Giovane donna al tavolo con smartphone, taccuino e documenti per compilare il quaderno dei conti di casa
Gli aspetti più importanti del compilare un quaderno dei conti

Tempo di lettura: circa 5 minuti

  • Un quaderno dei conti ti dà una panoramica di tutte le tue entrate e spese mensili. In questo modo, puoi vedere quali costi sono sostenuti e quanto puoi mettere da parte.
  • Puoi creare la tua panoramica finanziaria su carta, sul computer o tramite app. Con un quaderno dei conti digitale su un foglio di calcolo Excel, di solito sei un po' più flessibile e ti avvantaggi dei calcoli automatici.
  • Documenta regolarmente il tuo reddito mensile, le spese fisse e gli altri costi. Alla fine puoi risparmiare o investire ciò che rimane dalle tue entrate.
  • La cosa più importante è la continuità! Qualche settimana sicuramente non è sufficiente per avere una visione d'insieme adeguata. È meglio sviluppare una routine con la quale puoi aggiornare il tuo quaderno dei conti in modo permanente.

Nella frenetica vita quotidiana, poche persone sanno esattamente a quanto ammontano le proprie finanze. Un quaderno dei conti ti aiuta a tenere traccia delle tue entrate ed uscite. Fortunatamente tenere un quaderno dei conti non è affatto difficile. Non c'è bisogno di essere esperti di contabilità - una volta che hai fatto il primo passo, devi solo continuare a farlo.

Quanto conosci le tue finanze personali? La maggior parte delle persone ha solo un'idea approssimativa delle proprie spese, almeno per quanto riguarda i costi regolari come l'affitto, il telefono cellulare o la palestra. E quando si tratta di spese di consumo, shopping e così via, i più cadono totalmente dalle nuvole. Ecco perché ha senso compilare regolarmente un quaderno dei conti in cui tutte le finanze mensili sono chiaramente registrate.

Che cos’è un quaderno dei conti?

Un quaderno dei conti è una panoramica di tutte le entrate e le uscite. Documentando le tue finanze per un lungo periodo di tempo, puoi scoprire dove spendi di più, quanto ti rimane ogni mese e dove puoi risparmiare.

Questo ha diversi vantaggi: prima di tutto, diventi consapevole delle tue finanze. Questo migliorerà automaticamente la tua gestione quotidiana del denaro - e potresti pensarci due volte prima di fare il prossimo acquisto d'impulso.

Inoltre, la visione d’insieme finanziaria ti aiuta a scoprire potenziali risparmi. Non appena sai dove e quando spendi quanto denaro, puoi pensare a come ridurre i vari costi.

Tutto questo è opportuno soprattutto se vuoi risparmiare per qualcosa di specifico. Che sia per un acquisto importante, per un viaggio futuro o semplicemente per la tua pensione: solo compilando un quaderno dei conti sai esattamente quanto puoi mettere da parte ogni mese. A seconda del tuo obiettivo di risparmio, puoi mettere i soldi da parte o investirli in modo oculato.

Come si compila un quaderno dei conti?

Puoi compilare un quaderno dei conti su carta, sul computer o tramite app. Quello che scegli alla fine dipende dalle tue preferenze personali - il risultato è lo stesso.

Se preferisci procedere manualmente, puoi usare un quaderno o un taccuino bianco per tracciare le tue tabelle finanziarie.

Sul computer, è meglio creare un foglio Excel con diversi fogli. Il vantaggio di una tabella digitale è che si possono calcolare automaticamente gli importi o creare diagrammi. Ti dà anche molta flessibilità.

Puoi anche trovare su internet programmi già pronti e applicazioni che ti offrono molte funzioni automatiche o che possono anche essere collegate ad un account. Tuttavia, non tutti i software di quaderni dei conti sono gratuiti e la maggior parte di essi non è priva di pubblicità. In particolare, le app per i quaderni dei conti di solito si sostengono con la pubblicità e con gli acquisti in-app.

Giovane donna compila un quaderno dei conti su tablet

Compilare un quaderno dei conti: ecco come fare

Non appena hai messo in ordine le tue tabelle sei in grado di cominciare. È meglio raccogliere in anticipo tutti i documenti importanti, i contratti, gli estratti conto e le bollette.

In sintesi, si fa il seguente calcolo, in realtà abbastanza semplice:

Entrate - spese fisse (costi fissi) - spese variabili = eccedenza

A tal fine sono necessari i seguenti passaggi:

  1. Prima di tutto, annota le tue entrate. Queste sono di solito il tuo stipendio, ma anche eventuali prestazioni, assegni familiari o reddito da interessi. Importante: prima di tutto, prendi in considerazione solo il reddito regolare. Le entrate una tantum, come i bonus per le vacanze o per Natale, i regali in denaro o simili, devono essere registrati una volta sola nel mese in cui si verificano.
  2. Nel passo successivo, raccogli le tue spese regolari, cioè i tuoi costi fissi mensili. Questi possono essere affitto, elettricità, riscaldamento, telefono, assicurazione o abbonamenti. I costi che vengono sostenuti solo annualmente o semestralmente vengono ridotti a un contributo mensile. Suggerimento: scopri di più sui costi fissi mensili qui!
  3. Dalla differenza tra il tuo reddito fisso (passo 1) e le spese (passo 2), puoi calcolare quanti soldi hai a disposizione per altre spese. Questo è il tuo budget disponibile senza andare in rosso.
  4. I tuoi costi variabili, cioè tutte le spese variabili, vengono detratti dal tuo budget. Queste possono essere diverse ogni mese. Per avere un'idea di quanto paghi oltre ai tuoi costi fissi, dovresti documentare gli importi su un periodo di tempo più lungo. Puoi creare diverse categorie, per esempio, per il cibo, i cosmetici, i vestiti, gli animali domestici o il tempo libero. Con l'aiuto delle ricevute e degli estratti conto, puoi assegnare ogni spesa esattamente alla categoria giusta.
  5. Alla fine di ogni mese, puoi vedere a colpo d'occhio se e quanto è rimasto del tuo reddito. Per fare questo, devi semplicemente sottrarre i costi variabili sostenuti in quel mese dal tuo budget disponibile. Questa è la tua eccedenza, che puoi risparmiare, investire o assegnare al tuo piano pensionistico. Se ti rimane poco o addirittura niente, dovresti pensare a dove poter risparmiare.
  6. L'ideale sarebbe fare un bilancioalla fine dell'anno. Ci sono sempre periodi in cui si spende di più, per esempio perché si è pagato una vacanza o si è dovuto fare un acquisto. In altri mesi, ti rimangono più soldi perché hai fatto meno acquisti o hai ricevuto un bonus, per esempio.

Come posso risparmiare?

Se per un mese sei in rosso perché hai dovuto fare una grossa spesa, va benissimo. Tuttavia, diventa problematico se sei regolarmente in rosso o non hai quasi più soldi per i tuoi risparmi.

In questo caso, è imperativo dare un'occhiata più approfondita alle tue spese. Attraverso le categorie che hai creato, puoi identificare rapidamente dove hai speso di più e dove ci possono essere spese inutili che potresti evitare.

Giovane coppia con computer portatile

Potenzialmente si può risparmiare ovunque: forse stai pagando troppo per la tua assicurazione o il tuo contratto di telefonia mobile? Hai abbonamenti o iscrizioni inutilizzate che potresti disdire? Spesso è utile cambiare fornitore, per esempio il tuo fornitore di elettricità o la tua compagnia assicurativa, per risparmiare. Oppure è chiaro che stai spendendo troppo per gli acquisti e devi ripensare il tuo comportamento di consumo. A lungo termine, un consumo consapevole e attento non fa bene solo al tuo conto in banca, ma prima di tutto a te.

I migliori consigli e accorgimenti per compilare un quaderno dei conti

Una volta iniziato, tutto ciò di cui hai bisogno è un po' di disciplina per continuare a farlo. I seguenti consigli e accorgimenti ti saranno d’aiuto:

  • Non è necessario registrare immediatamente ogni piccola spesa. È meglio raccogliere le ricevute o gli importi scritti a mano in un posto fino alla volta successiva che si documentano le spese.
  • È utile avere orari regolari per tenere un quaderno dei conti - sempre nel fine settimana, ogni quindici giorni o anche mensilmente. All'inizio, imposta un promemoria sul tuo smartphone o scrivi la data sul tuo calendario per non dimenticartene. Alla fine, entrerai in una routine che ti permetterà di ricordarlo da te.
  • Per renderti più facile risparmiare, puoi impostare diversi budget specifici, per esempio, un budget mensile solo per le attività del tempo libero o lo shopping. Quando hai esaurito il budget, sai che non dovresti mangiare fuori o andare a caccia di occasioni per il resto del mese. In questo modo hai molto più controllo su quanto spendere e puoi fare in modo di avere più risparmi alla fine.
  • Hai un obiettivo più grande per il quale stai risparmiando, come una vacanza? Pensa a quanti soldi ti servono e per quando ti servono. Poi dividi l'importo per il numero di mesi che ti rimangono fino ad allora per scoprire quanto hai bisogno di mettere da parte ogni mese. Se inserisci questo importo direttamente come riserva fissa nella tua panoramica, vedrai immediatamente quanto puoi ancora utilizzare nelle categorie rimanenti e dove dovresti tagliare un po' per raggiungere il tuo obiettivo di risparmio.
  • Il quaderno dei conti è il modo giusto per tenere traccia delle tue finanze, riconoscere i fattori di costo e identificare il potenziale di risparmio. Naturalmente, puoi sempre chiedere a un esperto di aiutarti in questo.
Fai ordine nel caos delle tue finanze!

Un consulente finanziario ti aiuta ad avere una buona panoramica della tua situazione finanziaria e ti mostra come risparmiare nel modo migliore.

Leggila anche tu:

Conversazione tra Studenti – Finanziamenti per la formazione

| OVB Consulenza Patrimoniale srl

Come fare a pagarti gli studi? Ecco come funziona

Vuoi studiare? Magari ottenere un master dopo la tua laurea triennale? A differenza di un primo apprendistato, mentre si studia si guadagna meno. Anche se frequenti università statali dovrai sostenere dei costi mensili. Ecco perché qui troverai tutti i consigli e le opzioni su come pagarti gli studi.

Bambino con salvadanaio e monete – spese fisse mensili per la casa

| OVB Consulenza Patrimoniale srl

Costi fissi mensili: quali sono e quanto devono essere alti?

Sai quanto spendi ogni mese? Molte persone non hanno una visione d'insieme delle proprie spese mensili, eppure è proprio questa la base più importante per pianificare vita e finanze. La spesa totale di una famiglia è sempre composta da costi fissi e variabili. Ma cosa sono esattamente i costi fissi? E quale a quale proporzione del budget familiare dovrebbe corrispondere?