Lavorare durante l’università: tutto quello che devi sapere riguardo al tema del lavoro per studenti

|

Dall’aula all’ufficio: la maggioranza degli studenti europei lavora durante gli studi. Un lavoro part time non aiuta solo a far tornare i conti. Come studente lavoratore maturi preziose esperienze pratiche per il futuro, allacci contatti e puoi farti un’idea del settore già prima di finire gli studi. Presso la tua università, in azienda in modo permanente o provvisoriamente durante le ferie di semestre: le possibilità di guadagnare soldi parallelamente allo studio sono varie. A seconda del tipo di occupazione ci sono però alcune condizioni generali da osservare.

Il cliché degli anni studenteschi all’insegna del relax continua a resistere, anche se al giorno d’oggi la quotidianità degli studenti spesso si presenta molto diversa. Al di là degli orari pieni di lezioni, degli esami e delle scadenze a non finire per la consegna di lavori scritti, sempre più studenti lavorano durante l’università per finanziarsi gli studi o per maturare le prime esperienze pratiche.

Quanti studenti lavorano durante l’università?

Lo studio Eurostudent ha analizzato il comportamento degli studenti in 28 Stati europei e ha constatato che più della metà degli intervistati aveva un lavoro part time durante gli studi. Nel complesso gli intervistati lavoravano in media da 5 a 20 ore alla settimana. Contando anche il tempo necessario per le lezioni, i progetti e l’apprendimento, il carico di lavoro settimanale nel 90% dei Paesi è ben superiore alle 40 ore, quindi più di un lavoratore medio. Altroché vita pigra quella degli studenti! Il motivo determinante per cui gli studenti cercano un lavoro part time è lo stipendio: la metà degli intervistati ha dichiarato di non potersi permettere gli studi senza un lavoro part time e stando alle affermazioni, un quarto versa in serie difficoltà economiche1.

Perché un lavoro part time vale la pena

I vantaggi di un lavoro part time sono evidenti: al primo posto, per molti ci sono il finanziamento degli studi e il sostentamento. Studiare costa: alla fin fine si tratta di pagare affitto, vitto e attività per il tempo libero. Facendo affidamento solo sui risparmi, ben presto si arriva a toccare i propri limiti finanziari e anche il sostegno da parte dei genitori non tutti gli studenti riescono a coprire tutte le spese.

 

»Molti datori di lavoro preferiscono candidati già in possesso di esperienze pratiche.«

Un altro vantaggio di un lavoro part time è l’esperienza pratica che si può maturare. In quasi ogni occupazione si sviluppano e allenano importanti soft skills, ad esempio resilienza, capacità di lavorare in team e autonomia. Se lavori in un settore in linea con il tuo piano di studi e la tua aspirazione professionale, acquisisci anche conoscenze tecniche che ti serviranno in seguito. Ciò ti aiuta anche nella ricerca di un posto di lavoro dopo la laurea: molti datori di lavoro preferiscono candidati già in possesso di esperienze pratiche. Alcune aziende assumono laureati che già da studenti lavoravano presso loro, così che questi non devono nemmeno cercarsi un nuovo lavoro.

Dove posso lavorare come studente e quali lavori ci sono?

Esistono diverse possibilità per guadagnare parallelamente agli studi. Come collaboratore studentesco puoi lavorare direttamente presso la tua università e offrire supporto, ad esempio nella formazione o nell’amministrazione. Molti collaboratori sono impiegati presso la facoltà in cui studiano. In questo modo si possono acquisire molte conoscenze tecniche rispondenti al proprio indirizzo di studi.

Oltre all’università, anche numerose aziende offrono lavori interessanti, ad esempio come studente lavoratore o lavoratore non qualificato. Di seguito ti illustreremo che cosa devi tenere in considerazione su orari di lavoro e limiti di stipendio. Se non hai tempo sufficiente durante il semestre, puoi cercarti un’occupazione anche per le ferie di semestre, occupando così il tempo libero in maniera utile.

Molti studenti optano per i classici lavori da studente come cameriere, cassiere o un lavoro nel commercio al dettaglio. Altri cercano miratamente un posto in azienda o in istituzioni in linea con gli obiettivi professionali e facciano figura nel curriculum. Ad esempio, puoi cercare un lavoro sui social media o nelle borse lavoro online. Molte università offrono inoltre proprie borse lavoro, intermediazioni o annunci in bacheca.

Vuoi lavorare autonomamente durante l’università?

Da OVB puoi iniziare a lavorare già da studente e prepararti per il tuo futuro professionale.

Condizioni giuridiche dei lavori per studenti

Quali condizioni generali devi osservare per quanto concerne assicurazione e imposte dipende dal tipo di lavoro part time che svolgi. In ogni caso devi prima informarti bene sui limiti massimi in vigore per far sì che il tuo lavoro non abbia alla fine conseguenze indesiderate.

Quante ore posso lavorare durante gli studi?

Dipende chiaramente dalla facoltà che frequenti. Quando si sceglie l’Università, le esigenze e le situazioni degli studenti sono sempre differenti e per questo, dubbi e perplessità sollevati dall’obbligo o meno di frequenza inseguono la maggior parte degli studenti. Per evitare sbagli o malintesi è meglio controllare il sito di ciascun ateneo in prima battuta, nella sezione dedicata ai singoli corsi di laurea, dove si trovano tutte le informazioni riguardo all’obbligatorietà o meno della frequenza, in secondo luogo la sezione relativa ai tirocini che fornisce info rilevanti sulle attività percorribili.

E se ho l’obbligo di frequenza?

Se sei occupato o in cerca di lavoro e desideri comunque studiare, devi sapere che esistono dei compromessi per conciliare lo studio e il lavoro. Chi lavora ed è iscritto all’Università ha diritto a beneficiare di 150 ore annuali di permesso studio che possono tornare utili in tutte le facoltà con obbligo di frequenza.

Inoltre le università generalmente prevedono lo status di studente-lavoratore o studente part-time, che per regolamento ti permette di laurearti usufruendo di agevolazioni sulla frequenza e le tasse universitarie. Anche qui, è sempre bene consultare il sito del proprio ateneo e il regolamento didattico.

Iniziare a lavorare come studente in OVB

Se ti interessa un lavoro variegato con orari flessibili e ti piace lavorare insieme ad altri, dai un’occhiata alla nostra pagina dedicata alle opportunità di carriera. Come consulente OVB, sei infatti tu a decidere quando e quanto lavorare. E magari il lavoro da studente ti piace a tal punto che decidi di proseguirlo anche dopo aver terminato gli studi.

Un’attività autonoma con molte libertà, un team giovane e una buona formazione di base ti agevoleranno l’ingresso sin da subito, così che in seguito potrai partire direttamente a gonfie vele senza noiose ricerche di un posto di lavoro e senza periodi di inserimento. Contatta un consulente finanziario a te vicino per ricevere ulteriori informazioni sulle possibilità di iniziare a lavorare con noi.

Leggila anche tu:

| OVB Consulenza Patrimoniale srl

I soldi fanno la felicità? Come finanze e felicità sono correlate tra loro

Ognuno definisce la felicità personale in modo diverso; eppure, per molti il denaro svolge un ruolo importante a tale riguardo. Le spese giuste e i risparmi sono centrali nella questione.

| OVB Consulenza Patrimoniale srl

Gli errori più frequenti nella costruzione di un patrimonio

La creazione di un patrimonio è una vera e propria sfida. Ciò è dovuto al fatto che molti risparmiatori partono senza riflettere, senza aiuto e facendo spesso gli stessi errori.

Questo sito web utilizza i cookie

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dei nostri visitatori. Alcuni di questi cookie sono tecnicamente obbligatori per garantire determinate funzioni del sito web. Continuando a navigare in questo sito web, acconsentite al nostro utilizzo dei cookie. Inoltre, utilizziamo alcuni cookie per raccogliere informazioni sul comportamento degli utenti su questo sito web e per migliorare il nostro sito web sulla base di queste informazioni. di più